Punto di contatto – Contact Dance, Mindfulness & Performance

Tutto ciò che è successo finora ti ha portato al punto dove sei adesso. Qui. Ed è da qui che tutte le cose presente e future emergono e si sviluppano. Qui-ora, nel punto di contatto, la nostra storia si svolge come una danza di creatività, interazione e scoperta.

PUNTO DI CONTATTO
Un laboratorio che combina Mindfulness and Movement – integrazione di corpo, mente, parola, narrazione ed azione.

La consapevolezza del nostro contatto con l’aria, con la terra e qualsiasi altro corpo o oggetto che incontriamo, permette ad un mondo di possibilità di dispiegarsi, quindi ogni attimo creato chiama il prossimo ed il successivo ancora in una serie continua di nows e wows (“addessi” e meraviglie) mentre tocchiamo e seguiamo il punto di contatto.

Utilizzando i principi delle fonti evolutive del movimento, della contact improvisation, della scrittura automatica e la free streaming spoken word (la parola libera espressa in tempo reale), esploreremo e svilupperemo la presenza, la conoscenza e rispondere, contribuire e seguire ciò che sta emergendo. Nel laboratorio sviluppiamo una presenza vibrante e la capacità di una espressione personale. Co-creando con gli altri, nasceranno spunti di ispirazione per performances e possibilità espressive future.

Punto Di Contatto è un laboratorio di Danza e Mindfulness. Partendo dal rapporto tra respiro, consapevolezza e movimento, il laboratorio segue un processo che va dall’esplorazione dello spazio interiore – linee dello scorrere dell’energia, l’anatomia, la propriocezione, e la dimensione esteriore dello spazio, l’incontro con gli altri, la danza del corpo nello spazio e la dimensione del Corpo Sociale. Il seminario è una ricerca anche sulla composizione spontanea – cioè, l’improvvisazione (con memoria) come strumento di creazione delle danze e di materiale performativo.

BIO dell’INSEGNANTE

Ron Bunzl ha più di 30 anni di esperienza come regista e creatore di spettacoli di un teatro-danza personale, poetico, interdisciplinario. Ron è un maestro narratore, regista, facilizatore e attivista sociale/culturale, che ha fatto un arte di incoraggiare e facilitare gli altri a trovare la propria voce, sbocciare la loro creatività ed esplorare e raccontare le loro storie. Ha fondato e diretto la compagnia di teatro-danza di fama internazionale Cloud Chamber (1986-2001), la Voices Of The City Foundation (fondazione “Voci della Città”) 2003-oggi, il progetto comunitario interattivo CIRC/US (”cerchio/nostro”) 2010-oggi, Il Corpo Narratore (laboratorio sul corpo cosciente, la scrittura/narrazione e la performance, volto a sviluppare le capacità di comunicazione e di collaborazione). Facilita’ seminari e ritiri per artivisti, e chiunque si interessa dello sviluppo personale e sociale. Nel settore aziendale, ha guidato laboratori per team-building e ha fatto da mentore personale.
Ron è stato ispirato dai suoi incontri e esperienze di lavoro con insegnanti e artisti di diverse discipline: pittori della Boston University Scuola Delle Belle Arti, Swami Satchitananda (Integral Yoga Institue), Augusto Boal (Teatro Degli Oppressi), Tadeuz Kantor (teatro), Jerzy Grotowski (teatro), Nicolas Cincone (performance) , Steve Paxton (contact improvisation), Lisa Nelson (danza/performance), Simone Forti (danza/performance), Alvin Curran (compositore), Leo Bassi (anarcho-terrorist clown/filosofo), Ruth Zaporah (Action Theater, Joan Fiore (Gestalt), Robert Verschuur (Interative Psychology), Lu Langeveld (Voice Dialog), Alan Lowen (Yoga tantrico), Thich Nhat Hanh e Jon Kabat-Zinn (Mindfulness e meditazione), Yoram Mosenzon (comunicazione non violenta) e molti altri.

Per informazioni e iscrizioni: contactimprovisation.spazionu@gmail.com
3343482007

orari:
sabato 18 maggio 2019 dalle 14:30 alle 20
domenica 19 maggio 2019 dalle 10:30 alle 18 (con pausa pranzo)