MOVING SCAPES_Inverno: movimento cosciente, improvvisazione, contact improvisation

Sabato 3 febbraio
10.30-13.30 Yoga dei meridiani (è possibile frequentare solo questo incontro)
13.30-15.30 pausa pranzo
15.30-18.30 Contact and Improvisation

Domenica 4 febbraio
10.30-13.30 Contact and Improvisation

13.30-15.30 pausa pranzo
15.30-18.30 Contact and Improvisation

CONTACT and BUTOH JAM
Sabato ore 22:00

Questo lavoro esperienziale si basa sull’idea che attivando alcune parti del corpo attraverso movimenti consapevoli e dirigendo la nostra attenzione verso specifiche regioni anatomiche si risveglino e si liberino sfere profonde del nostro essere che possano contribuire alla trasformazione nella nostra percezione del corpo e del movimento.

Partendo da una esplorazione di base dei concetti di anatomia e fisiologia occidentale, il lavoro ha l’obiettivo di entrare nel processo di embodiment attraverso l’immenso mondo dell’anatomia sottile di tradizione taoista, la cui visione del corpo veicola da sempre il concetto fondamentale per questa ricerca, ovvero l’indivisibilità della realtà umana e la sua relazione profonda con l’ambiente esterno e con l’universo, una dialettica continua tra microcosmo e macrocosmo.

In relazione all’improvvisazione in movimento e alla danza, il lavoro apre alla possibilità di accedere a differenti qualità di movimento attraverso la stimolazione e l’esplorazione di differenti sistemi e livelli energetici. Lo sviluppo della pratica permette di arrivare a relazionare le differenti qualità di movimento con le possibilità espressive dell’improvvisazione, un cammino personale ed unico per incontrare la nostra danza e il suo significato.

Le connessioni profonde tra corpo fisico ed energetico, attitudini mentali, ed espressioni emotive saranno così stimolate in un andamento circolare di reciproca influenza che porterà alla creazione di un paesaggio personale ed unico che sarà sorgente della nostra danza.

INFO:
contactimprovisation.spazionu@gmail.com
058754634 – 3290908119 – 3491371631


MARIO GHEZZI

Insegnante di yoga dell’Unione Europea Yoga (EUY) con un diploma quadriennale della scuola internazionale Sadhana, studia e pratica yoga da venti anni ed insegna regolarmente yoga e contact improvisation in lezioni e workshop in Italia e in Europa.

Inizia a studiare danza con A.Certini e C.Zerbey di Company Blu, ha poi la fortuna di incontrare danzatori di grande inspirazione come S.Paxton, L.Nelson, J.Hamilton, K.Simson, E.Karczag, K.Rustler, J.Curtis, K.Hennesy, S.Smith, R.Chang.
Il suo percorso di ricerca sul movimento e sull’improvisazione è influenzato dalla contact improvisation, dall’anatomia esperienziale, dalla visione orientale della fisiologia umana, dal Taoismo, dal Tai chi, dal Butoh, dalla meditazione e inspirato dagli insegnamenti di Nita Little e Atsushi Takenouchi.

Ha studiato Iyengar Yoga presso la scuola di G.Giubilaro, in India al Krishnamacharya Yoga Mandiram di Chennay e Ashtanga yoga a Mysore. In Sri Lanka ha approfondito la sua pratica di meditazione a Colombo e Kandy.
Da dieci anni pratica Tai Ki Kung secondo gli insegnamenti del Maestro taoista Ming Wong CY sotto la cui guida ha conseguito il diploma triennale di On Zon Su©, massaggio zonale del piede. I suoi studi di Medicina Classica Cinese continuano tutt’oggi con la scuola di Agopuntura di Firenze attraverso il percorso formativo in Medicina Cinese e massaggio Tui Na.