Tre seminari aperti a tutti,

fruibili sia come ciclo sia come singoli incontri.

3-4-5 Aprile 2010

IL CLOWN

e il delirio comico del corpo

Il clown non è una tecnica è uno stato fisico, un approccio alla vita scenica che si basa sulla sensibilità infantile che ognuno di noi ha. Non è codificabile: non cammina in un certo modo, non piange in un altro e non è un “personaggio comico”. Non si fa il clown, lo si è! Accettarlo significa riscoprire quel personalissimo “modo”, che ognuno di noi ha, di essere comico, poetico, sensibilmente virtuoso.

Argomenti di lavoro:

  • Training fisico
  • Acrobazia drammatica
  • Il costume
  • Il trattamento drammatico degli oggetti
  • Le entrate clownesche…e relative uscite
  • Le gerarchie
  • Il gioco rapporto con il pubblico
  • La creazione di un’entrata.

I partecipanti (lo stage è limitato ad un massimo di 15 persone) sono invitati a portare, oltre che vestiti comodi per la fase di training e acrobatica, abiti, cappelli e scarpe che andranno a costituire i costumi dei clown.

Orari: sabato 3 ore 15.00 – 20.00, domenica 4 ore 10.00 – 19.00, lunedì 5 ore 10.00 – 17.00

_____________________________________________________________________________

30 Aprile 1-2 Maggio 2010

IL MIMO

e la mimo-dinamica

“…un’esperienza formativa dell’infanzia è quella dei giochi e della capacità dei bambini di giocare a “tutto”, cioè di saper rigiocare, quindi rieseguire mimeticamente con tutto il proprio corpo la realtà circostante, diventando così capaci di assimilarla e farla propria.” Marcel Jousse

La mimo-dinamica e il mimo ci guidano nella riscoperta di quest’adesione alla natura intima delle cose, e ci permettono di riavvicinarsi con un bagaglio tecnico-espressivo nuovo e più ampio al momento creativo.

“…mimare è essere un tutt’uno con e quindi capire meglio.” Jacques Lecoq

Argomenti di lavoro:

  • Training fisico
  • Acrobazia drammatica
  • Analisi e tecnica del movimento
  • La mimo-dinamica
  • Il neutro
  • gli elementi, le materie, gli animali
  • Lo spazio
  • Il rigioco e il gioco
  • La trasposizione
  • La creazione.

Ai partecipanti è richiesta una tenuta sportiva o da danza, possibilmente di colore nero.

Orari: venerdì 30 ore 19.30 – 22.30, sabato 1 ore 10.00 – 19.00, domenica 2 ore 10.00 – 17.00

_________________________________________________________________________

4-5-6 Giugno 2010

LA BAGARRE

o la tragica comicità degli schiaffi.

Stage per un teatro tragi-comico di creazione.

In quale luogo può scoppiare una rissa?

Ovunque ci siano esseri umani.

Quali sono le persone che possono esserne coinvolte?

Chiunque sia un essere umano.

Per quali motivi?

Spesso per i più futili motivi umani.

Quali sono quei piccoli gesti, quelle miserie, quelle tensioni della convivenza, che se portati alle loro estreme conseguenze fanno scattare nell’uomo e nella donna un’aggressività incontrollabile?

Uno studio dinamico-teatrale che prende spunto dalla vita stessa può dare delle risposte a queste domande e gettare nuova luce sulla tragicità dell’umana commedia, o se preferite, sulla commedia di una tragica umanità.

Il workshop si suddividerà in tre parti principali:

  • Tecnica (training fisico, acrobatica, colpi).
  • Improvvisazione (su temi e situazioni date).
  • Creazione (su un tema e una situazione scelti dagli allievi).

Ai partecipanti sono richiesti soltanto dei vestiti comodi per il lavoro di training e acrobatica. Qualora lo reputino necessario per il momento creativo potranno utilizzare costumi e oggetti da loro stessi procurati.

Orari: venerdì 4 ore 19.30 – 22.30, sabato 5 ore 10.00 – 19.00, domenica 6 ore 10.00 – 17.00

_____________________________________________________________________________

  • 3-4-5 Aprile 2010 – Il Clown e il delirio comico del corpo
  • 30 Aprile 1-2 Maggio 2010 – Il Mimo e la mimo-dinamica
  • 4-5-6 Giugno 2010 – La Bagarre e la tragica comicità degli schiaffi.
  • Alessio Targioni

    Attore, clown e pedagogo, comincia a studiare teatro nel 1992 con particolare attenzione alla Commedia dell’Arte, al teatro fisico e gestuale, percorso che lo porta ad essere allievo di Jacques Lecoq all’Ecole Internationale de Théatre di Parigi, dove consegue il diploma nel 1999. Dal ’94 ad oggi ha lavorato in vari spettacoli di teatro, teatro danza e di strada come attore e regista.

    Ha esperienze in varie discipline e sport tra cui yoga, ki-Aikido, capoeira, acrobatica, danza e giocoleria.

    Dal ’99 insegna teatro, mimo, clown e uso delle maschere in tutta Italia e dal ‘05 collabora con lo Spazio Nu di Pontedera dove porta avanti una ricerca sul teatro-fisico che miscela clown, danza butoh, teatro d’oggetti e contact improvisation.

    per informazioni su orari, costi, agevolazioni per studenti scrivere a:

    spazionu@gmail.com