I CHING E BAGUA ZHANG: LEZIONI CON IL MAESTRO GIOVANNI FURNO’ [14-15 Settembre2017]

14-15 Settembre

Orari:

- giovedi’ dalle 12.30 alle 14.30 e dalle 19 alle 21 Bagua Zhang ;
- venerdi’ dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 14.30 alle 16.30 Bagua Zhang
- venerdi’ dalle 18 alle 19.30 “lettura ed interpretazione del  libro dei Mutamenti , I Ching”

BAGUAZHANG

Il Kung Fu Bagua Zhang è un’arte marziale che unisce in un corpo unico combattimento e cura della salute. Nato in Cina intorno alla metà dell’800, durante il regno Xian Feng(1851 – 1861) della dinastia Qing, questo stile si ispira alla legge dei mutamenti che anima il testo più importante della cultura tradizionale, ossia l’Yi Jing (il libro dei mutamenti). I suoi movimenti allenano alla concatenazione articolare, alla tensione tendinea ed al rafforzamento della struttura ossea e, solo indirettamente, rafforzano l’apparato muscolare – che invece costituisce l’unico scopo di quasi tutte le altre arti marziali – consentendo così di esprimere forza, senza tensione. Tale pratica agli occhi di un principiante può apparire un processo lento, perché impone di reimparare a muoversi, assecondando principi naturali. Successivamente consente di fare passi da gigante. Queste caratteristiche fanno del Kung Fu Bagua Zhang un’arte praticabile a tutte le età, con notevoli ed evidenti benefici per la salute. Infatti la fluidità dei movimenti, che consente di estendere e contrarre il corpo in maniera naturale, verso tutte le direzioni, contribuisce a migliorare la circolazione sanguigna e l’energia interna, determinando il rafforzamento dei tessuti e degli organi, regolarizzando, così, tutte le funzioni vitali dell’organismo.

L’arte del combattimento del Kung Fu Bagua Zhang è impareggiabile. Basata su comprovati principi scientifici, in armonia con le regole dei mutamenti infiniti, essa racchiude una invincibile strategia. I suoi movimenti sono come le onde del mare, continui e ininterrotti; incessante è il movimento, anche quando il corpo appare fermo. Il duro ed il flessibile si alternano perennemente e quasi all’improvviso, come lampi nel cielo. Il corpo si adegua di continuo alla ricerca dell’occasione: agile come la scimmia, feroce come la tigre, sinuoso come il drago e penetrante come l’aquila, al solo scopo di cogliere la giusta opportunità per guadagnare un vantaggio sull’avversario. Sinistra e destra, alto e basso, avanti e indietro si attraggono e si respingono con il corpo che si colma e si svuota seguendo la divina legge: è il mutamento continuo che guida nell’esecuzione delle tecniche. Solo così il Tao può compiere il suo destino.

Il Kung Fu Bagua Zhang è l’ultimo frutto della millenaria tradizione marziale cinese. Per questo è stato onorato da titoli come juequan, “il pugilato micidiale”, oppure shenquan, “il pugilato divino”, o ancora Tianxia diyi quan, “il primo pugilato al Mondo”.

http://www.bagua-martial-academy.it/stage-invernale-2016/

IL MAESTRO GIOVANNI FURNO’ ha deciso di fondare la Bagua Academy per dare una nuova prospettiva allo studio delle discipline orientali e del Kung Fu. Una visone completa e dinamica che sappia calare nella civiltà moderna i semi fecondi di una tradizione culturale antichissima.

Fin da giovane si accosta alle arti marziali, e all’età di 17 anni comincia a studiare alcuni stili di Kung Fu esterni cinesi (waijia).

E’ all’età di ventitré anni, dopo aver forgiato il proprio corpo con duri allenamenti, che incontra il Maestro che gli cambia la vita: costui è Zhang Du Gan, grande esperto dello stile di Wu Shu Kung Fu Bagua Zhang. Da quel momento si concentra con tutte le proprie forze nello studio di questo prezioso stile, frutto maturo della cultura marziale cinese. Per circa cinque anni si dedica esclusivamente all’apprendimento di quello che viene da molti definito lo stile divino, allenandosi professionalmente da mattina a sera.

Questo studio, ormai protrattosi per più di vent’anni, si arricchisce da un lato e si approfondisce dall’altro lato, quando Furnò inizia ad interessarsi allo studio dell’Yi Jing, il libro dei mutamenti che anima con la sua profonda teoria lo stile Bagua Zhang. Questo studio profondo e assiduo lo conduce a comprendere che solo il lavoro quotidiano che dia il giusto rilievo ai principi teorici può consentire progressi ineguagliabili.

Grazie all’assiduo impegno profuso, oggi Giovanni Furnò è incamminato verso una via di costante crescita tecnica, culturale e umana che, nel rispetto di teorie profonde, gli ha permesso di coniugare la saggezza dell’antica tradizione cinese, con la razionalità e il pragmatismo della cultura occidentale.

Egli coltiva la propria umiltà e la disponibilità umana per progredire nella conoscenza dell’arte e delle persone che lo circondano, dedicandosi ai propri allievi con dedizione e meticolosità. Quando non insegna ama allenarsi e progredire incessantemente, tanto dal punto di vista fisico che della comprensione teorica, arricchendo il proprio bagaglio culturale grazie alla comprensione e assimilazione dei classici taoisti, che ama vivere in compagnia della inseparabile tazza di thé cinese, di cui da sempre è appassionato cultore.

Oggi l’impegno profuso lo ha portato ad organizzare una struttura articolata e basata su chiari principi di insegnamento allo scopo di diffondere saperi tradizionali, ancor oggi sconosciuti nella loro essenza.

Post a Comment