Antropologia del movimento Percorsi di studio e ricerca [2016-2017]

disegno di Atsushi Takenouchi

<english version below>

Antropologia del movimento

Percorsi di studio e ricerca

per il danzatore contemporaneo

Antropologia del movimento è un progetto di studio per il danzatore contemporaneo  che nasce nel 2014 con il Percorso sperimentale per la danza, risultato di un processo, che ha visto negli anni lo spazio NU divenire luogo d’ incontro di diverse tecniche, pratiche e ricerche sul corpo.

Il percorso di studio vuole orientare il danzatore nella direzione che più gli appartiene.
L’anno accademico servirà a preparare un nuovo corpo al movimento e aprirà una finestra  sulle diverse possibilità di applicazioni delle tecniche e pratiche svolte nel percorso.
Ciascun allievo sarà accompagnato dagli insegnanti della formazione verso la scoperta delle proprie motivazione a lavorare con e attraverso il corpo, prendendo in considerazione le varie possibilità sia in ambito performativo che didattico-pedagogico.
Per queste ragioni il percorso prevede la possibilità di continuare un secondo anno di studio, offrendo occasione di partecipare come tirocinanti a fianco degli insegnanti e di accedere a una rete nel territorio di centri  specializzati  dove sviluppare le conoscenze apprese e approfondirle attraverso nuove e specifiche formazioni.

Feldenkrais, Yoga, Contact Improvisation, Corpo Voce, Euritmia, fanno parte del gruppo di discipline somatiche che coniugate con lo studio della danza contemporanea, favoriranno la crescita della consapevolezza del corpo in movimento.
La danza e le percussioni africane, insieme alle discipline opzionali tra cui la danza classica, il Kathak, l’Aikido, la Capoeira e il Taiji, rappresentano uno stimolo per la ricerca antropologica.

Il programma prevede la possibilità di personalizzare il proprio piano di studi integrando lezioni facoltative sul circo o sulle arti marziali.

Inoltre sarà possibile integrare lo studio con workshop, laboratori e incontri.

Il percorso è diviso in tre trimestri dove verranno affrontate  tematiche specifiche, e si concluderà con una performance finale:
Anatomia Ottobre-Dicembre
Improvvisazione Gennaio-Marzo
Creazione Aprile-Giugno

Per ognuno di questi trimestri è previsto un intensivo con un insegnante internazionale.

Dal 3 al 7 Ottobre settimana di prova.
Per partecipare è necessario inviare un c.v.e una breve lettera di motivazione.

Anthropology of movement

Study and research for the contemporary dancer

Spazio NU, in the years, became a major place in Tuscany to discover different techniques, practices and to research on the human body. In 2014, the «Course experimental for dance» begins and will become the Anthropology of movement project.

This course of studies wants to orientate the dancer in the direction that he/she belongs the most.

The academic year will help to prepare a new body to the movement and will open a window on different possibilities of application of the different practices and techniques discovered in the percourse.

The teachers will accompany each student through the exploration of their own motivations to work with and through the body, taking in consideration the different options in the performative of didactic-pedagogic world.

For those reasons, the program previews the option of a second year of study. This second year offers the opportunity to participate as a trainee, beside the teachers of the project. It also helps the student to create a network with the specialized centers on the territory and to develop their knowledge and go deeper through new and specific formation programs.

Feldenkrais, Yoga, Contact Improvisation, Body-Voice, Eurythmia, are part of the somatic disciplines which, conjugated with the study of the contemporary dance, stimulates the development of the awareness of the body in movement.
Dance and african percussions, together with optional disciplines: classical dance, Kathak, Aikido, Capoeira and Taiji, represents a stimulus for the anthropological research.

The program can be personalized integrating optional courses of i.e. circus or martial arts.

It will be possible to complement the course with workshops, laboratories and encounters.

The Anthropology of movement is divided in three quarters where different thematics will be explored and will finish with a final performance:
Anatomy October-December
Improvisation January-March
Creation April-June

An intensive workshop with an international teacher is previewed for each of those quarters.

Calendario lezioni*

Lunedì:
13.30-15.00 Danza Classica
18.00-19.30Verticalismo e Acrobatica
19.00-20.30 Aikido/20.00-21:30  Tessuto Aereo

Martedì:
9.15-10.30 Feldenkrais
10.30-13.00 Percussioni e danza africana
13.00-14.00 Pausa pranzo
14.00 – 15.30 Danza Contemporanea
19.00-20.30 Taiji/19.30 – 21.00 Capoeira

Mercoledì:
8.30-9.45 Yoga
10.30-12.00 Corpo Voce: laboratorio d’improvvisazione
12.00-13.30 Pausa pranzo
13.30-15.00 Danza classica
15.30-17.00 Euritmia
18.00-19.30Verticalismo e Acrobatica
19.00-20.30 Aikido/20.00-21:30 Trapezio-Cerchio

Giovedì:
9.15-10.30 Feldenkrais
10.30-13.00 Percussioni e danza africana
13.00 – 14.00 Pausa pranzo
14.00 – 15.30 Danza Contemporanea
19.00-20.30 Taiji 19.30 – 21.00 Capoeira

Venerdì:
8.30-9.45  Yoga
10.00-12.30 Contact and improvisation
13.30-15.00
Danza classica

14.00-15.30 Danza classica indiana Kathak

* Lo Spazio Nu e gli insegnanti si riservano la facoltà di apportare piccole modifiche all’orario, al fine di migliorare la permanenza e/o la fruizione del lavoro da parte degli allievi.

Per info e prenotazioni scrivere:
0039329 09 08 119 ;0039349 13 71 631
info@spazionu.com

Insegnanti:

DANZA CONTEMPORANEA
Chiara Fulgentini
diplomata all’Accademia Nazionale di Danza di Roma e alla Rotterdamse Dansacademie (Codarts) in Olanda, ha studiato, oltre alla danza classica, varie tecniche di danza moderna, danza contemporanea e teatro danza. Ha lavorato come danzatrice in progetti e compagnie in Italia, Olanda, Germania, Inghilterra e Polonia. Come insegnante ha tenuto corsi e workshops di danza classica e moderna per bambini, adolescenti e adulti in Germania, Inghilterra, Belgio Polonia e Italia.

DANZA CLASSICA, con accompagnamento musicale dal vivo
Yoko Wakabayashi
nata a Tokyo,studia danza classica al Saiga Ballet diretto da Toshiko Saiga. Nel 1978 entra al Centre Mudra International di Bruxelles fondato da Maurice Bejart che allora ha come direttore artistico Micha Van Hoecke.Nel 1981 partecipa alla fondazione della compagnia L’Ensemble di Micha Van Hoecke dove lavora ancora come come interprete, assistente alla coreografia e maitre du ballet. Inoltre ha studiato pianoforte con sua madre Keiko Wakabayashi e ha partecipato a diversi concerti in Giappone, dove ha cominciato la carriera come accompagnatrice per la danza all’età di nove anni al Saiga ballet. Ha collaborato alle audizioni per la Royal Accademy of Dancing di Inghilterra, per la scuola di Balletto di Stoccarda (org.AED di Livorno) e con i diversi maestri ospiti in Italia e in Giappone.

CONTACT IMPROVISATION
Mario Ghezzi
Performer e insegnante di yoga, inizia il suo percorso con la danza e l’improvvisazione con Alessandro Certini e Charlotte Zerbey di Company Blu. Negli anni approfondisce il lavoro sull’improvvisazione con Julyen Hamilton, Kirstie Simson, Lisa Nelson. Studia e pratica da oltre 10 anni contact improvisation incontrando tra i molti, Nita Little, Martin Keogh, KJ Holmes, Jess Curtis, Keith Henessey, Benno Voorham, Scott Smith…In questi ultimi anni l’interesse per l’improvvisazione è attirato dalla danza Butoh che studia con Atsushi Takenouchi.
Yoga, tai ki kung, meditazione, anatomia esperienziale, butoh sono gli elementi che influenzano la sua pratica e le sue lezioni di contact improvisation.
Da anni insegna regolarmente contact e yoga, collabora a progetti di improvvisazione in teatro e site specific con danzatori, attori e musicisti.
Mario è co-organizzatore dell’ItalyContactFest, festival italiano di contact improvisation.

EURITMIA
Elisa Martinuzzi
insegnante di danza/euritmia e performer in Olanda e Italia. Nel 2009 si laurea presso l’accademia di danza/euritmia dell’Aia orientando la sua ricerca verso le danze rituali e lo sviluppo dell’autocoscienza attraverso il movimento. Nel 2011 completa il secondo anno di formazione in anatomia esperienziale e VMI con Patricia Bardi ad Amsterdam. Nel 2012 consegue la specializzazione in euritmia igienica con Margrit Hitsch-Schindler. A presente sta completando una formazione in euritmia sociale con Annemarie Ehrlich. Dal 2012 lavora come insegnante di euritmia per adulti presso diverse associazioni culturali e per bambini presso scuole steineriane elementari e medie.

FELDENKRAIS
Marta Iucci
pratica danza, contact improvisation, capoeira. Lavora con i cavalli come insegnante per bambini,approccio ludico e sensoriale . Nel 2005 incontra il Metodo Feldenkrais e nel 2011 completa la sua formazione per Insegnanti a Roma, sotto la direzione di Jeremy Krauss.
Negli ultimi anni approfondisce la sua ricerca soprattutto intorno alla Contact Improvisation, interessandosi alla relazione tra la danza e le pratiche somatiche. Ha partecipato a diversi Festival Internazionali di CI come Freiburg , Ibiza e Italia- Amelia e si è formata con insegnanti tra cui Nita Little, Nancy Stark Smith e Kirstie Simson.

CORPO E VOCE: LABORATORIO D’IMPROVVISAZIONE
Massimo Pierini mover, appassionato di grammatiche comparate, pratica contact improvisation, butoh, improvvisazione, danza classica e arti marziali.
Negli ultimi anni il suo interesse è orientato nella connessione tra corpo e voce.
Studia e lavora tra gli altri con Atsushi Takenouchi e Alessio Targioni con i quali crea performance di butoh e teatro fisico partecipando a Festival nazionali e internazionali.
Dal 2006 dirige lo spazio NU insieme a Floriana Lombardo.

PERCUSSIONI AFRICANE
Jean Louis Degree Gnonka
iniziato fin da piccolo alla musica e al canto provenendo da una famiglia d’arte, a dodici anni entra come percussionista nell’associazione Awuane Club creato a Soubre da artisti di etnia bete per il recupero della tradizione musicale canora e coreografica della regione. A sedici anni entra nella sezione giovanile della Compagnia Village Ki-yi con la quale cominciano le tournéés africane ed europee fino al 2004 anno in cui si unisce alla compagnia Possounbo dove viene notato e scritturato dal Celebre Circo Mother Africa. Durante la tournéé europea 2007-08 si trasferisce in Italia. Nell’ Aprile 2008 entra a far parte della Compagnia Giguywassa come musicista ed insegnante. Dal 2009 insegna allo spazio Nu di Pontedera e tiene seminari in varie regioni d’Italia.

DANZA AFRICANA
Nahi Alain Franck
Nasce Abidjan, in Costa d’Avorio, impara a danzare fin da bambino, all’età di quindici anni comincia ad esibirsi in manifestazioni pubbliche e partecipa con successo a concorsi di danza organizzati dal Ministero della cultura come danzatore solista.
All’età di diciott’anni organizza egli stesso un suo gruppo, con il quale vince un concorso che gli apre la strada della danza professionale. Nel 1987 entra a far parte del corpo “Ballet National de Côte d’Ivoire” con il quale lavora fino al 1992, partecipando a tournèe in Africa e in tutto il mondo (Europa, Sud America, Asia).
Nel ’92 entra nel balletto Marahuet con il quale viene in Europa.
Nel ’93, durante la tournèe italiana, inizia a collaborare con gruppi di teatro e di musica come la compagnia “Il gran serraglio” al Teatro Juvarra di Torino, ed il gruppo “Fuentes” di Firenze.
Nel ’94 fonda insieme a Claudine Zemassa, Brahima Dembele e Sana Soro il gruppo di danze e musiche tradizionali “Griot Metropolitain” con il quale lavora come danzatore e accompagnatore percussionista; nel ’95 inizia la sua collaborazione con il “Teatro di Piazza e d’Occasione” di Prato, lavorando come attore in vari spettacoli (“Le fiabe di Babilonia”, “Mamie Ouate”) e partecipando alle tournèe dal ’95 al ’99.
Nel ’98 si reca a Taiwan con lo spettacolo del gruppo “Akwaba”.
Nel 2000 fonda la compagnia “Shionkama” che riunisce artisti africani ed italiani.
A Firenze crea nell’estate 2002 la compagnia Giguywassa, di cui é coreografo e assistente alla regia.
Nel 2006 fonda insieme ad alcune sue allieve il Centro Interculturale Musica Danza Movimento Giguywassa dal nome della sua compagnia, in cui l’interesse principale rimane lo studio delle arti performative africane, ma aperto a nuove influenze e collaborazioni sempre all’insegna di una concreta pratica interculturale.

TESSUTO AEREO
Marta Albani
Socia Fondatrice ASD Contraerea
Promozione culturale e di attività motoria finalizzata all’esibizione e alla ricerca acrobatica, artistica ed
espressione teatrale. Insegnamento trapezio e tessuti aerei.

Promozione culturale e di attività motoria finalizzata all’esibizione e alla ricerca acrobatica, artistica ed
espressione teatrale.
Insegnamento trapezio e tessuti aerei.
Le lezioni di danza aerea su tessuto, trapezio statico e dinamico, cerchio aereo vengono sviluppate sia
per un’utenza adulta che per gli adolescenti e i bambini.
Ogni disciplina viene affrontata valorizzandone le potenzialità, trattandosi di fatti di attività che per loro
stessa natura permettono preziose contaminazioni con numerose altre declinazioni artistiche,
dal mondo dell’arrampicata, della ginnastica, del teatro e della danza in tutte le sue forme,
ogni attività didattica viene sviluppata tenendo conto di tutti gli arricchimenti artistici
possibili da cui attingere e a questo proposito lavorando parallelamente anche su tutte le
eventuali collaborazioni del caso.
Le discipline circensi ed in particolare quelle aeree, aprono inoltre grandi approfondimenti
sul piano educativo e psicologico, sia rispetto ad un livello strettamente personale che dell’interazione.
Questo genere di attività sportive infatti, caratterizzandosi da articolate prestazioni fisiche,
prevedono parallelamente lo studio delle proprie potenzialità e dei propri limiti in termini
di sforzo fisico ma soprattutto mentale e di connessione con le proprie energie vitali,
dalla respirazione alla potenza muscolare ed il controllo del corpo.

KATHAK
Lisa Pellegrini si forma artisticamente nel teatro popolare e nella danza contemporanea in Italia e in Sud America, poi affascinata dalla potenza espressiva delle discipline artistiche orientali, in particolare la Danza Classica Indiana, decide di dedicarsi a pieno tempo allo studio e alla pratica della Danza Kathak, sotto l’ abile guida di Guruji Pradipta Niyogi di Calcutta.
Da anni si esibisce in India e in Italia e insegna in varie sedi italiane.

CAPOEIRA
Contramestre Venenoso
(all’anagrafe Rildson Lima de Freitas) inizia a praticare la capoeira a 6 anni nel Nord Est del Brasile, sua terra natale, per proseguire a Rio de Janeiro, dove dal 1999 al 2009 dà lezioni in palestre, centri culturali e scuole. Qui fonda anche il suo proprio gruppo di Capoeira Regional, “Centro Integrado Gira Mundo Capoeira”, che conta aderenti in Brasile, Germania e Italia, e che dal 2010 si è costituito come Associazione Interculturale e Sportiva Dilett., allo scopo di diffondere la conoscenza di questa disciplina sportiva e il patrimonio culturale afro-brasiliano.

AIKIDO
Walter Lorenzetti
iniza la pratica dell’Aikido a Lucca nel 1994 sotto la guida del M° Almo Incerti IV° Dan Aikikai. Nel corso dei suoi anni di studio frequenta diversi stage con maestri di livello internazionale in Italia e all’estero. Negli ultimi anni segue prevalenetmente la scuola di Domenico Zucco Sensei (membro della direzione didattica dell’Aikikai Italia) che incentra lo studio della pratica sul concetto di unione tra mente, corpo e respirazione (KiShinTAI). Attualmente ricopre il grado di III° Dan Aikikai.

TAIJI
Massimo Frosini inizia la pratica del Wushu e Sanda nel 1987 all’età di 8 anni. Nel 1997/98/99 ottiene i titoli di campione nazionale FIWuK (DSA associata al CONI) nelle specialità di Wushu moderno con sciabola e bastone. Nel 1999 inizia anche la pratica del Taiji. Dal 2001 al 2004 sotto la direzione tecnica del M° Riccardo Pattarino a Firenze (Istituto di Wushu della Città di Firenze) pratica il Baquazhang secondo gli insegnamenti del M° Zhang Du Gan (http://www.baguazhang.it). Dal 2010 ad oggi grazie alla collaborazione ed agli insegnamenti del M° (ed amico) Alessandro Scorzoso (Drago Rosso – San Miniato) inizia la pratica secondo gli insegnamenti del M° Wu Dong (Professore all’università dello sport di Pechino).

Post a Comment